La notte della formica


11/06/2012

Blu. E’ blu. Non so. E’ la mia testa o sei tu?

Nulla di quello che vedo è vero. Tutto è un teatro di emozioni e odori che non ho scelto, mai voluto, mai amato.

Che ne sarà di me, anima dannata che s’agita in questa notte turbolenta, tra sangue e stelle piangenti.

In lacrime cosmiche le mie paure mi sovrastano. Che fare o dire? Forse dovrei pregare per la mia anima in pena. Dovrei supplicare con la testa china da bravo peccatore.

Slap sul cuore. Sento male, ma non è dolore. Solo un lieve spasmo accordatore, solo questo.

E il mio pensiero va al fiore sgualcito che petali ne perde come gli occhi perdon lacrime scarlatte. E allora, il capo si china e piango.

Il cuore in un soffio di lagrima. Pregate per me e l’anima perduta della formica, piccola piccola, osservatrice e vittima, lavoratrice e mai stanca.

Squarti sulle scarpe e sulle ginocchia.

Pregate per la formica.

Tony Musicco

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

The Grumpy Doctor

Sadaf Alvi's Blog

Il Blog di GIOVANNI MAINATO

Stupido è chi lo stupido è

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

Filmmaker's Life

Il blog italiano del mondo dei Filmmakers

meltaplot

adesso il cinema lo fai tu

ArticolaMente

Storie di una neo pubblicista mai stata pagata.

F.I.A.E. - FORUM INDIPENDENTE AUTORI EMERGENTI

Un Posto Tranquillo Dove Si Apprende Attraverso Il Confronto

Fumettologicamente

Frammenti di un discorso sul Fumetto. Un blog di Matteo Stefanelli

AllegraMalinconica

In Wonderland

Testi pensanti

Gli uomini sono nani che camminano sulle spalle dei giganti. E dunque, è giusto citare i giganti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: